Moni Ovadia

La bottiglia vuota

Moni Ovadia

4 agosto 2005 ore 21,15
MONI OVADIA

LA BOTTIGLIA VUOTA

ALBERT FLORIAN MIHAI – Fisarmonica
MITIKA ION BOSNEA – Clarinetto
MARIAN SERBAN – Cymbalon
EMILIO VALLORANI – Flauto

“La bottiglia vuota” è un monologo sul mondo khassidico cioè sul mondo di quella corrente di ebrei ortodossi di ispirazione mistica, che hanno introdotto nel pensiero e nella prassi ebraica una sorta di profondità/levità nuova fino ad allora, vagamente astratta e a volte apparentemente non-sense, pur mantenendosi nel solco di una saggezza profondissima assolutamente fondamentale per capire lo spirito più acuto dell’umorismo ebraico.
Moni Ovadia traccia la storia e le caratteristiche di questi “khassidim” (appartenenti al mondo khassidico) attraverso aneddoti, storielle e canzoni tratte dal patrimonio culturale dell’ebraismo orientale in chiave semi-seria come è solito fare.
L’assoluta novità è che per la prima volta Moni Ovadia si accompagna da solo con la chitarra riuscendo a dare all’interpretazione una dimensione “piccola”, raccolta, interiore, bellissima.
In aggiunta, a far da contrappunto al narrare dell’ebreo Moni Ovadia, si inserisce un quartetto di musicisti di diversa provenienza che esegue musiche di contaminazione zingara, slava e kletzmer.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.